Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie.

sezioneragazzi

comune novara   


Fondare biblioteche è come costruire
ancora granai pubblici,       
ammassare riserve
contro l'inverno dello spirito
che da molti indizi,        
mio malgrado, vedo venire.      

Marguerite Yourcenar
                 

Iniziative in Biblioteca per i ragazzi

  • Nati per leggere compie 10 anni

    NPL10ANNINuovo slancio al progetto "Nati per Leggere" sia per la città di Novara che per i Comuni aderenti al Sistema Bibliotecario del Basso Novarese (Borgolavezzaro, Caltignaga, Briona, Fara Novarese, Ghemme, Tornaco, Vespolate, Carpignano Sesia, Vaprio d'Agogna, San Pietro Mosezzo) con i Comuni di Sizzano, Prato Sesia e Romagnano Sesia.
    Innanzitutto si rafforzano i rapporti con l'area sanitaria, attraverso una collaborazione con Ospedale e Asl, in fase di definizione.
    Maggior coordinamento anche con NpL Ovest Ticino e Vco.
    Tante le iniziative avviate, specialmente quella di animazione negli spazi della Biblioteca: per far conoscere alle famiglie, agli insegnanti e agli operatori il progetto e il nuovo allestimento realizzato è stato organizzato l'appuntamento al sabato con una lettura a cura dei volontari o degli esperti per le diverse fasce d'età 0-3 anni, 4-6 anni, 7-10 anni. Un riferimento costante per le famiglie e anche un'abitudine.
    Infine, NpL avvierà dei corsi per lettori entro la fine dell'anno: i volontari formati supporteranno il personale e gli esperti incaricati nell'animazione delle sale della biblioteca ragazzi con un calendario di incontri il sabato mattina per tutta la durata del progetto.
    "E' un progetto che compie dieci anni e nel quale crediamo molto anche alla luce del grande successo che riscontra - spiega l'assessore alla Cultura Emilio Iodice - I momenti che i genitori trascorrono con i loro figli nei nostri spazi o ai nostri eventi sono momenti di serenità, di crescita, momenti che creano un forte legame tra genitori e figli, concentrati dinanzi ad una lettura o ad un'animazione. Quest'anno il progetto cresce tant'è che la Compagnia San Paolo e la Regione hanno scelto di offrire un contributo più consistente alle iniziative proposte".

     

     

Agenda delle iniziative della sezione ragazzi


Warning: mysqli_query() [function.mysqli-query]: Empty query in /mnt/iscsi/www/biblioteca/libraries/joomla/database/database/mysqli.php on line 382

Warning: mysqli_num_rows() expects parameter 1 to be mysqli_result, boolean given in /mnt/iscsi/www/biblioteca/libraries/joomla/database/database/mysqli.php on line 263
Non ci sono eventi per i prossimi giorni
Non ci sono eventi da visualizzare

Evviva carnevale!

carnevale

 

Evviva carnevale!
Arriva Carnevale! La festa allegra e chiassosa per eccellenza e le maschere della Commedia dell'Arte sono sempre piaciute a Rodari, che le ha cantate con passione molte volte. In questo libro sono raccolte le sue più belle filastrocche carnevalesche, che non dimenticano di far riflettere, anche nel bel mezzo di una festa scatenata. Età di lettura: da 4 anni.

Giovanni Francesco Rodari è stato uno scrittore, ma ha anche lavorato come maestro elementare, giornalista e pedagogista. Nato a Omegna nel 1920, dopo aver conseguito il diploma magistrale, per alcuni anni ha fatto l’insegnante.
A partire dagli anni cinquanta ha cominciato a pubblicare i suoi libri, contribuendo a un rinnovamento della letteratura per l’infanzia con una vasta produzione percorsa da una vena di intelligente comicità, dando spazio ai temi della vita contemporanea (la pace e della guerra, dell’emigrazione, dell’ingiustizia, della disuguaglianza e della libertà) e sostituendo il tradizionale favolismo magico con personaggi e situazioni surreali ma al tempo stesso legati saldamente alla quotidianità.
Tra i suoi libri: Le avventure di Cipollino (1961), Gip nel televisore (1964), Il libro degli errori (1964), La torta in cielo (1966), Le filastrocche del cavallo parlante (1970), C’era due volte il barone Lamberto (1978), Il secondo libro delle filastrocche (postumo, 1985).
Nel 1970 vinse il Premio Hans Christian Andersen, considerato il «Nobel» della letteratura per l’infanzia, divenendo il primo italiano tra gli scrittori a riceverlo e, a oggi, ancora l'unico.